Mutuo rifiutato : l’ostacolo delle SIC chiedendo un mutuo a più banche.

Gentili Avvocati, ho avviato l’istruttoria con una banca per il mutuo prima casa, mi avrebbero concesso il finanziamento ma, al momento di trattare il tasso mi sono accorto che era fuori mercato rispetto ad altre realtà ed ho rinunciato a concludere il contratto, perdendoci le spese di istruttoria. La settimana successiva ho contattato una banca che faceva tassi più convenienti, ma questa mi ha rifiutato la pratica dicendo che ho una segnalazione in banca dati, ma come è possibile se la precedente banca mi aveva approvato il finanziamento? Vi preciso inoltre che non ho avuto mai problemi con il credito, è regolare questa situazione?
Il suo caso, ovvero il mutuo rifiutato, non è certo isolato ma, anzi, rappresenta un fatto piuttosto comune al quale il consumatore, razionalmente, stenta a darsi una spiegazione logica. Il disposto dell’art. 6 comma 1 del Codice di deontologia e di buona condotta dei SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) recita che “I dati relativi ad una richiesta di finanziamento possono essere conservati nei SIC solo per il tempo necessario all’istruttoria e, comunque, per non più di 180 giorni dall’inoltro. Se la richiesta viene rifiutata dall’ente finanziario o se il richiedente vi rinuncia, il SIC cancella i dati non oltre 30 giorni dalla data dell’aggiornamento mensile con cui l’ente ha comunicato il suddetto rifiuto o la rinuncia.”
I SIC non sono altro che società partecipate da banche su base volontaria, le quali forniscono ai SIC i dati relativi ai rapporti di credito della propria clientela e, dal proprio canto, vi accedono per indagare circa la storia creditizia dei potenziali clienti che ad esse si rivolgono.
Dal 1° gennaio 2005 è in vigore il “codice di deontologia e buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti” pubblicato sulla G.U. n. 300 del 23 dicembre 2004, che disciplina specificamente l’attività dei SIC e degli enti finanziari che vi accedono. Sottoscritto dai gestori dei SIC, dai rappresentanti degli enti finanziari, da alcune associazioni dei consumatori e dal Garante per la protezione dei dati personali, il codice prevede una serie di disposizioni a tutela dei dati personali dei soggetti censiti, che vorrebbe essere in armonia con il dettato legislativo del Codice privacy (Dlgs. 196/2003).
Nel caso in esame la richiesta in tal caso deve essere automaticamente cancellata dai SIC.
In via ulteriore, dal momento della conclusione dell’istruttoria, gli esiti di quest’ultima – tra i quali casi figurano il rifiuto da parte della banca o la rinuncia da parte del cliente – vengono altresì conservati per 30 giorni. Ne discende che la richiesta di mutuo ad una banca, dal momento dell’avvio dell’istruttoria sino a che questa non si pronuncerà sulla domanda, potrebbe – di fatto – comportare un vincolo di una durata ultra-semestrale. In altre parole ciò accade in quanto le altre banche, a cui ci si potrebbe alternativamente rivolgere anche per scopi comparativi, con tutta probabilità, non permetterebbero alla domanda di accedere alla fase istruttoria con il motivo che risulterebbe un’altra istruttoria in corso.
Ancora da evidenziare, come recita lo stesso articolo del codice di deontologica dei Sic già citato, che questo ulteriore termine di 30 gg verrebbe poi fatto decorrere non dalla data della comunicazione dell’esito, bensì dalla data della richiesta di aggiornamento delle banche dati, a cui gli istituti di credito generalmente provvedono il primo giorno del mese successivo all’esito medesimo.
Dovendo fare una considerazione di opportunità, il sistema summenzionato di diffusione di dati entro il sistema creditizio mi pare vada a collidere, in modo rilevante, con l’interesse del consumatore il quale, normalmente, dovrebbe essere invece posto in grado di valutare le diverse opportunità creditizie in tempi decisamente più stretti, in modo tale da poter confrontare le offerte e i tassi a cui può realmente accedere. In tempi come quelli attuali dove il mercato immobiliare è sostanzialmente stagnante e connotato da tassi fissi proibitivi e erogazione ai minimi storici, queste regole mantengono anacronistici argini alla concorrenza tra istituti bancari, costringendo il consumatore ad attese immotivate, spesso disincentivanti quello che dovrebbe essere un punto di partenza, l’acquisto di una prima casa.

[slogan]

Una Consulenza Legale Online di un vero Avvocato su questo o altri argomenti?la pre-consulenza di massima è gratuita**:

[/slogan]
[starlist]

  • *1) Per ottenere una pre-consulenza gratuita aderisci alla pagina Facebook del sito cliccando su , resterai sempre aggiornato sulle novità e sul blog di Lexconsulenza.it
  • * in alternativa, se sei un utente Google consiglia questa pagina cliccando su Siamo anche su su Twitter
  • *2) Esponi in modo chiaro e conciso il tuo problema legale compilando il form a fondo pagina;
  • *3) **Se possibile – in quanto la questione non implichi doverosi approfondimenti o impegnativa indagine – entro breve tempo (qualche giorno o in giornata a seconda del numero delle richieste), il legale fornira’ GRATUITAMENTE un una pre-consulenza di MASSIMA, non vincolante ed a scopo esclusivamente orientativo. Ti verrà comunque indicata la tariffa (tra le tre disponibili : €50,00 € 75,00 ed €100,00) per l’approfondimento con vera e propria Consulenza Legale Online. La tariffa – tra quelle a fondo pagina – sarà indicata sulla base del livello di difficoltà del caso ed allo studio necessario per la sua valutazione. A questo punto deciderai se accontentarti dell’eventuale parere di massima (pre-consulenza) o se acquistare il servizio professionale, pagando con Paypal, Bonifico o ricarica Postepay; Leggi qui le Condizioni generali dei Servizi Legali Online prima di acquistare.

Avv. Andrea FucciArticolo scritto da Avv. Andrea Fucci (160 Posts)

Nato a Carmagnola (TO) il 08/01/1973, Avvocato Civilista iscritto presso l’Ordine di Pinerolo (TO); AREE TEMATICHE DI COMPETENZA: commercio elettronico, condominio, contratti in genere,diritti del consumatore, diritti reali, diritto agrario, diritto amministrativo, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto della proprietà immobiliare, diritto di famiglia, fallimento, infortunistica stradale, locazione/sfratti, marchi/brevetti, successioni ereditarie; Fondatore e responsabile del sito www.lexconsulenza.it; dr.fucci@gmail.com ;


Avv. Andrea Fucci
About Avv. Andrea Fucci 160 Articles
Nato a Carmagnola (TO) il 08/01/1973, Avvocato Civilista iscritto presso l’Ordine di Pinerolo (TO); AREE TEMATICHE DI COMPETENZA: commercio elettronico, condominio, contratti in genere,diritti del consumatore, diritti reali, diritto agrario, diritto amministrativo, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto della proprietà immobiliare, diritto di famiglia, fallimento, infortunistica stradale, locazione/sfratti, marchi/brevetti, successioni ereditarie; Fondatore e responsabile del sito www.lexconsulenza.it; dr.fucci@gmail.com ;

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*