Comunione legale: beni personali per surrogazione.

Comunione Legale: L’acquisto di immobile con il denaro del risarcimento dell’Assicurazione.

pillorange

 

Salve, tre anni fa ho acquistato una seconda casa con il denaro che ho ottenuto dall’Assicurazione come risarcimento per un incidente dove sono rimaso fisimacmente danneggiato. Ero sposato ed in comunione dei beni, oggi mi sto separando da mia moglie per incomprensioni e lei vorrebbe, in fase di divisione,  ottenere la metà di questo appartamento che amio parere non gli spetta in base all’articolo 179 del codice civile . Ho delle possibilità?

certamente l’art. 179 codice civile ha un’operatività che incide in situazioni come quella da lei descritta. Occorre tuttavia ricordare come per fare in modo che la “surrogazione” (sostituzione di beni personali con quello acquistato ) si perfezioni occorre dichiarare nell’atto di acquisto – a mente della lettera f) – che l’immobile è acquistato con denaro personale attestandone la provenienza, ad esempio, da risarcimento del danno da parte di Assicurazione a seguito di sinistro. In tal modo non vi sono dubbi che il bene è sottratto alla comunione proprio in virtù dell’art. 179  facendo parte a pieno titolo del c.d. beni personali. Nel caso invece di mancata dichiarazione all’atto di acquisto,è vero che il bene ricade in comunione, ma ritengo sempre possibile provare il contrario (la mancata dichiarazione potrebbe essere frutto di dimenticanza o di ingnoranza della norma, il Notaio non può certo ovviare facendo indagini che non spettano) rimanendo ferma la possibilità per il coniuge che ne ha interesse di dimostrare di aver sostituito il bene personale con quello acquistato. A tal fine il coniuge dovrà provare la provenienza personale delle risorse utilizzate per l’acquisto (dunque una correlazione ben determinabile tra l’incasso del risarcimento e il successivo acquisto). Ritengo che anche un tentativo vertenza (o resistere in causa) in questo caso sia comunque consigliabile in relazione al fatto che comunque trattando di immobili il valore che se ne conseguirebbe in caso di successo sarebbe comunque di rilievo.

Avv. Andrea FucciArticolo scritto da Avv. Andrea Fucci (160 Posts)

Nato a Carmagnola (TO) il 08/01/1973, Avvocato Civilista iscritto presso l’Ordine di Pinerolo (TO); AREE TEMATICHE DI COMPETENZA: commercio elettronico, condominio, contratti in genere,diritti del consumatore, diritti reali, diritto agrario, diritto amministrativo, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto della proprietà immobiliare, diritto di famiglia, fallimento, infortunistica stradale, locazione/sfratti, marchi/brevetti, successioni ereditarie; Fondatore e responsabile del sito www.lexconsulenza.it; dr.fucci@gmail.com ;


Avv. Andrea Fucci
About Avv. Andrea Fucci 160 Articles
Nato a Carmagnola (TO) il 08/01/1973, Avvocato Civilista iscritto presso l’Ordine di Pinerolo (TO); AREE TEMATICHE DI COMPETENZA: commercio elettronico, condominio, contratti in genere,diritti del consumatore, diritti reali, diritto agrario, diritto amministrativo, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto della proprietà immobiliare, diritto di famiglia, fallimento, infortunistica stradale, locazione/sfratti, marchi/brevetti, successioni ereditarie; Fondatore e responsabile del sito www.lexconsulenza.it; dr.fucci@gmail.com ;

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*